Newsletter quindicinale SIUrO
Newsletter Siuro
Anno II - Numero 19 - 6 aprile 2017
Comitato editoriale: Barbara Avuzzi, Marco Borghesi, Sergio Bracarda, Orazio Caffo, Giario N. Conti, Federico Lanzi, Alberto Lapini, Giovanni L. Pappagallo, Mimma Rizzo, Riccardo Valdagni
Editore: Intermedia - Direttore Responsabile: Mauro Boldrini
Selezione studi a cura di Barbara Avuzzi, Federico Lanzi, Mimma Rizzo
News dalla ricerca

Modelling late stool frequency and rectal pain after radical radiotherapy in prostate cancer patients: Results from a large pooled population


To investigate late gastrointestinal toxicity in a large pooled population of prostate cancer patients treated with radical radiotherapy. Normal tissue complication probability models were developed for late stool frequency and late rectal pain. Population included 1336 patients, 3-year minimum follow-up, treated with 66-80Gy. Toxicity was scored with LENT-SOMA-scale. Two toxicity endpoints were considered: grade ⩾2 rectal ...
LEGGI TUTTO

The role of adjuvant radiotherapy in pathologically lymph node positive prostate cancer


Postoperative management of prostate cancer with lymph node involvement (LNI) is controversial. Retrospective evidence supports the selective use of radiotherapy (RT) after extended pelvic lymph node dissection. It is unclear whether this is generalizable to practice in the United States, where extended dissection is uncommon. The authors identified patients with LNI who potentially could derive a survival benefit ...
LEGGI TUTTO

Surgical management of complex residual masses following systemic chemotherapy for metastatic testicular germ cell tumours


Post-chemotherapy retroperitoneal lymphadenectomy (PC-RPLND) represents the treatment of choice in patients with residual masses following chemotherapy for metastatic germ cell tumours. Involvement of major retroperitoneal vessels or thoracic/lumbar spine is rare and challenging but needs complete resection for curative intent. We report on our experience in the management of such complex cases. A total of 185 ...
LEGGI TUTTO

Management of Pelvic Metastases in Patients With Testicular Cancer


To evaluate the clinicopathologic features and predictors of pelvic metastasis in patients with germ cell tumors. Between 1990 and 2009, 2722 patients undergoing retroperitoneal lymph node dissection (RPLND) were prospectively included in our institution's testis cancer database. Patients with pelvic disease were identified and clinicopathologic features were analyzed. Of the 134 patients, 14.5% had a history of prior groin ...
LEGGI TUTTO

Body Mass Index and Metastatic Renal Cell Carcinoma: Clinical and Biological Correlations


Obesity is an established risk factor for clear cell renal cell carcinoma (RCC); however, some reports suggest that RCC developing in obese patients may be more indolent. We investigated the clinical and biologic effect of body mass index (BMI) on treatment outcomes in patients with metastatic RCC. The impact of BMI (high BMI: ≥ 25 kg/m2 v low BMI: < 25 kg/m2) on overall survival (OS) and treatment outcome with ...
LEGGI TUTTO

Lymph Node Dissection is Not Associated with Improved Survival among Patients Undergoing Cytoreductive Nephrectomy for Metastatic Renal Cell Carcinoma: A Propensity Score Based Analysis


The oncologic benefit of lymph node dissection for patients undergoing cytoreductive nephrectomy for metastatic renal cell carcinoma is uncertain. Therefore, we evaluated the association of lymph node dissection with oncologic outcomes among patients undergoing cytoreductive nephrectomy. We identified 305 patients treated with cytoreductive nephrectomy for metastatic renal cell carcinoma between 1990 and 2010, of ...
LEGGI TUTTO
News di politica sanitaria

Stefano Vella nuovo presidente dell’Agenzia Italiana del Farmaco

Roma, 29 marzo 2017 - Stefano Vella è il nome indicato dal ministro alla Salute Beatrice Lorenzin per la presidenza dell’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFa). La scelta è stata inoltrata alla Conferenza delle Regioni, che si riunirà giovedì e valuterà la proposta dando poi eventualmente il via libera definitivo. Vella, 65 anni a giugno, siederà sulla poltrona prima occupata dall’attuale direttore generale Mario Melazzini. È attualmente direttore del Centro per la Salute Globale dell’Istituto Superiore di Sanità.

Tumore della vescica: primo passo in avanti nella cura in 30 anni

Roma, 27 marzo 2017 - In Italia le guarigioni dei pazienti colpiti da tumore della vescica (78%) e del polmone (14,3%) sono più alte rispetto alla media osservata in Europa (rispettivamente 68,6% e 13%). Queste percentuali sono destinate a migliorare in modo significativo grazie alle prospettive offerte dall’immuno-oncologia che riaccende il sistema immunitario contro la malattia. Il melanoma ha aperto la strada, oggi si stanno delineando prospettive importanti anche in queste due neoplasie, molto frequenti, del polmone (41mila nuove diagnosi stimate nel 2016 in Italia) e della vescica (26.600). In particolare in quest’ultima neoplasia per la prima volta in 30 anni si registra un reale passo avanti nella cura. Al nuovo approccio l’Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM) dedica il convegno “Immunoterapia nei tumori del polmone e dell’urotelio, a che punto siamo?” realizzato con il sostegno di Roche, a Roma. “Da un lato sono chiari i vantaggi dell’uso di questi farmaci in combinazione o in sequenza - spiega il prof. Carmine Pinto, presidente nazionale AIOM -, a cui si aggiunge in prospettiva anche la possibilità di associarli alle terapie tradizionali per aumentarne l’efficacia”. “Questi stessi farmaci si sono dimostrati attivi nel trattamento del carcinoma metastatico della vescica - afferma il prof. Paolo Marchetti, direttore dell’Oncologia Medica all’Ospedale Sant’Andrea di Roma -. L’atezolizumab ha ridotto la massa tumorale in circa un quarto dei pazienti e la sopravvivenza mediana è stata di 15,9 mesi (generalmente in questi pazienti, è pari a 9-10 mesi con la chemioterapia). Inoltre i pazienti hanno manifestato anche un miglioramento dei sintomi e sappiamo che una migliore qualità di vita svolge un ruolo decisivo nell’adesione alle cure”.

Tumori: all’origine anche le mutazioni casuali del DNA

Roma, 24 marzo 2017 - Le cause di insorgenza dei tumori sono tre: eredità, ambiente e mutazioni casuali dovute a errori nella replicazione del DNA. Dall’analisi dei dati epidemiologici raccolti su 32 forme di tumore in 69 Paesi e pubblicati sulla rivista Science, il gruppo coordinato dall’italiano Cristian Tomasetti, da 15 anni negli Stati Uniti all’università Johns Hopkins ha raccolto i dati a conferma. Il gruppo di ricerca è lo stesso che nel 2015 aveva segnalato per la prima volta il ruolo del caso nella comparsa dei tumori, ma quei primi risultati erano stati accusati di non essere completi (mancavano ad esempio i dati sui tumori di seno e prostata). “Adesso abbiamo incluso questi dati e abbiamo basato la nostra analisi sui dati relativi a 69 Paesi, che comprendono la maggior parte popolazione mondiale – ha affermato Tomasetti -. I risultati che abbiamo ottenuto sono essenzialmente gli stessi e continuano a suggerire che esiste una correlazione importante fra numero divisioni di cellule staminali in un organo e rischio di cancro. Quello che i nuovi dati comportano è un cambiamento di paradigma. Finora si pensava che a provocare il cancro fossero cause ambientali ed ereditarie, più un 60% di sconosciute. Ora possiamo dire - ha concluso il ricercatore italiano - che le mutazioni casuali sono una parte importante di quel 60%. Ma questo non implica in nessun modo il fatalismo, anzi le principali armi sono la prevenzione e la diagnosi sempre più precoce”.

Tumori: Gelli, Regioni usino bene fondo farmaci innovativi

Roma, 22 marzo 2017 - “Le Regioni facciano buon uso del fondo per i farmaci oncologici innovativi e facciano arrivare il prima possibile, ai pazienti che ne hanno bisogno, le nuove terapie”. È quanto ha affermato ieri, a margine di una conferenza stampa, il deputato Federico Gelli. Nella legge di Bilancio sono stati stanziati 500 milioni di euro annui per i farmaci innovativi come gli immunoterapici utilizzati, con buon risultati, ad esempio per tumori molto aggressivi e diffusi come il melanoma. “Le regioni - ha spiegato Gelli, componente della Commissione Affari Sociali della Camera - hanno ora un ruolo strategico nella gestione di queste risorse. Spetta a loro provvedere a erogare in tempi più rapidi possibili l’accesso ai farmaci che possono salvare vite o rallentare nettamente la progressione della malattia oncologica”.

Italiani popolo più sano al mondo, primi su 163 Paesi

Roma, 21 marzo 2017 - L’Italia è il Paese con la popolazione più in salute del mondo e questo nonostante la situazione economica ‘in difficoltà’. È quanto sostiene la classifica ‘Bloomberg Global Health Index’ su 163 Paesi. Infatti, un bambino nato in Italia ha una aspettativa di vita di 80 anni, mentre in Paesi come il Sierra Leone l’aspettativa di vita è di circa 52. Nella classifica dei Paesi ‘più in salute’, dopo l’Italia, figurano Islanda, Svizzera, Singapore, Australia. Gli Usa sono al 34/mo posto. Se gli italiani sono il popolo ‘più sano’ e in salute a livello mondiale, il merito è in gran parte della dieta mediterranea. La dieta ricca di verdure ed olio extra vergine di oliva rappresenta infatti un ‘toccasana’. Bloomberg cita a questo proposito il parere di Adam Drewnowski, direttore del Center for Public Health Nutrition dell’Università di Washington, secondo il quale è di fondamentale importanza per i consumatori poter avere accesso a prodotti freschi, frutta e pesce. Mentre l’Italia si conferma tra i Paesi più sviluppati, sottolinea Bloomberg, la sua crescita è stagnante da decenni, la disoccupazione giovanile raggiunge il 40% e il suo deficit pubblico è tra i più alti al mondo. Nonostante questo, rileva Bloomberg, gli italiani sono molto più in forma di canadesi, americani e inglesi, che presentano tutti livelli più alti di pressione sanguigna e colesterolo, oltre ad essere maggiormente colpiti da disturbi psichiatrici.
Notizie sul prossimo Congresso Nazionale SIUrO

XXVII Congresso Nazionale SIUrO - Curing with Care: Non Solo Efficacia

Napoli, 20 - 22 aprile 2017

Come ben sappiamo dalla nostra esperienza professionale, le persone che si ritrovano a intraprendere un percorso terapeutico dopo una diagnosi di tumore si focalizzano primariamente sul concetto di sopravvivenza ...
LEGGI TUTTO
Comunicazioni dalla Segreteria SIUrO

Opuscoli per i pazienti
 

Ricordiamo che sono disponibili e scaricabili gratuitamente dal sito della SIUrO due pubblicazioni. Una sul tumore del rene e l’altra sul tumore della vescica.
Consigliateli ai vostri pazienti!

Come affrontare il tumore del rene
Come affrontare il tumore della vescica

Core Curriculum Uro-Oncologico Certificate


Hai preso parte a un evento del “Core Curriculum Uro-Oncologico Certificate” (Uro-oncology Core Curriculum Certificate)?
Vuoi iniziare ad accumulare i crediti CCC?
Partecipa al percorso formativo finalizzato alla preparazione del professionista che ha scelto di utilizzare l’approccio multidisciplinare nella gestione dei pazienti affetti da neoplasie urologiche.

Ecco i prossimi Eventi CCC in programma per il 2017:

Corso ECM 1 - Carcinoma della prostata a basso rischio
Napoli, 20 aprile 2017
5 Crediti CCC
LINK ALL'EVENTO

Corso ECM 2 - La salute dell’osso
Napoli, 20 aprile 2017
5 Crediti CCC
LINK ALL'EVENTO

Corso ECM 3 - Conoscere per comprendere: dallo specialista per lo specialista
Napoli, 20 aprile 2017
5 Crediti CCC
LINK ALL'EVENTO

Corso ECM 4 - Carcinoma prostatico ad alto rischio
Napoli, 22 aprile 2017
5 Crediti CCC
LINK ALL'EVENTO

Corso ECM 5 - Le neoplasie parenchimali del rene: dalla biopsia alla palliazione
Napoli, 22 aprile 2017
5 Crediti CCC
LINK ALL'EVENTO

SPRING SCHOOL - Core Curriculum Uro-Oncologico Certificate - TUMORE DELLA PROSTATA
Parma, 8 - 10 giugno 2017
25 Crediti CCC
LINK ALL'EVENTO
Per maggiori informazioni sui crediti CCC clicca qui

Segreteria Scientifica e Organizzativa SIUrO
Dott.ssa Roberta Ceccarelli
Dott.ssa Gaia Sole Giorgi
Tel 345 4669048 - 051 349224
fax 051 349224
email segreteria@siuro.it
I prossimi appuntamenti
American Urological Association Annual Meeting 2017 (AUA 2017)
12 - 16 maggio 2017
Boston, MA, USA
LINK ALL'EVENTO

XXIV Congresso Nazionale AURO.IT
19 - 21 maggio 2017
Pisa
LINK ALL'EVENTO

American Society of Clinical Oncology (ASCO) 2017 Annual Meeting
2 - 6 giugno 2017
Chicago, IL, USA
LINK ALL'EVENTO

Global Congress on Prostate Cancer 2017
28 - 30 giugno 2017
Lisbona, Portogallo
LINK ALL'EVENTO

ESMO 2017 Congress
8 - 12 settembre 2017
Madrid, Spagna
LINK ALL'EVENTO
© 2017 Editore Intermedia srl Via Malta 12/B Brescia, BS 25124 Italy

Per contattare la redazione e commentare le notizie clicca qui
Per consultare i numeri arretrati della newsletter clicca qui
Per sospendere la ricezione di questa newsletter clicca qui


Ricevi questa email perché sei iscritto alla newsletter. cancellati

Questo progetto è stato realizzato con il contributo incondizionato di: